Modulino “neka”

Come promesso ecco il modulino “neka” per realizzare il bracciale blu postato ieri nella pagina facebook e da me battezzato come “Misero” 

Bracciale Misero
Bracciale “Misero”

Le spiegazioni del bracciale le trovate in questo video

Nel video realizzo solo 3 moduli, per un ovvio motivo, vediamo se capite 🙂 … voi ripetete il modulo per 12 volte (il bracciale misura 17cm, senza chiusura) 

I materiali occorrenti sono: 
cipollotti 3*4mm
superduo
o beads
perle 6mm 

Iniziate mettendo sul filo: 1 SD, 1 o beads, un cipollotto, una o beads. ripetete la sequenza per altre 3 volte… 

Chiudete a cerchio il lavoro e ripassate nelle perline… 
ruotate il giro e passate nel foro libero della SD.. (perdonatemi, ma non riesco a mettere bene la foto) 
Aggiungete nuovamente la sequenza di perline iniziali, ma stavolta solo per 3 volte (una SD già l’avete) 

Ripetete fino a formare 12 moduli consecutivi. 
io mi fermo qui e vi faccio vedere come decorare il modulo… 



Con questo modulino farò un orecchini a lobo… 

portatevi ad uscire prima dalla O beads, aggiungete una perla da 6mm e rientrate nella o beads, nella SD e nella o beads dalla parte opposta… tirate bene e passate nuovamente nella obeads, nella SD e nella obeads dalla quale siete partite… 
Adesso portatevi sul retro del lavoro, uscite da una O beads, aggiungete 3 roc 11/0 , rientrate nella O beads, nella SD, nella O beads… e nuovamente 3 roc 11… 
così fino per tutto il giro… alla fine portatevi ad uscire dalla roc centrale del primo picot. 


Mettete tre roc 15/0 e passate nella roc centrale dell’archetto successivo… così per tutto il giro… 
prima di tirare il filo, mettete il perno per l’orecchino
A questo punto, ripassate più volte nelle roc 15/0 centrali, in modo da bloccare bene il perno… disperdete il filo nel lavoro e tagliate quello in eccesso. 
Avrete realizzato così il primo orecchino… 

Ripetete e fate il secondo 🙂 
Spero il tutorial sia chiaro, nel caso ci siano problemi contattatemi tramite facebook o alla mail neka83@hotmail.it 

Buon lavoro 

Anna Rita 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *