DIY: “Fiori d’inverno” con le Toho

Eccomi con il nuovo tutorial “Fiori d’inverno”, realizzati in tessitura con le rocailles Toho.

tutorial fiori d'inverno
Tutorial fiori d’inverno
Fiori d’inverno

In realtà questo tutorial è una rivisitazione di quello già presente nel blog, i dischi a peyote due, con due piccole/grandi differenze.
 

tutorial dischi peyote
Dischi peyote
Dischi Peyote 2* versione
La prima la potete vedere subito: l’utilizzo di un rivoli centrale. Questi usati da me sono in vetro e li ho incastonati con le rocailles 15/0 e 11/0.
 
Per quanto mi riguarda incastono i rivoli con questa tecnica, presente anche nel file allegato
“Inizio mettendo sul filo 32 rocailles 15/0 e chiudo a cerchio; realizzo un giro a peyote con le rocailles 15/0 (ne inserisco 16)
Realizzo tre giri a peyote con le rocailles 11/0 (i giri nel peyote si contano in diagonale)
Realizzo un altro giro a peyote con le 15/0. Metto il rivoli e faccio un ultimo giro a peyote con le 15/0.”
 
La seconda differenza è data dal tipo di perline usate… nei dischi senza rivoli ho usato le miyuki, in questi le Toho.
 
E’ inutile dire… le differenze se pur minime ci sono… le toho sono leggermente più grandi delle miyuki e per questo motivo molto spesso quando realizzate i dischi il lavoro vi viene ondulato. Ma non è l’unico motivo!!!
 
Molto spesso, senza che ve ne accorgete tirate troppo il filo… niente di più sbagliato!!! Quando fate lavori in tessitura non tirate troppo il filo, le perline tendono a sistemarsi da sole… tranquille.
 
Ultima cosa, poi vi lascio al tutorial dei Fiori d’inverno, il rivoli da me usato è in vetro, quindi un po’ più spesso di quelli in resina o di quelli swarovski… se non avete il rivoli in vetro sostituitelo con uno in resina e nel caso non fate l’ultimo giro di 15/0. Le rocailles importanti ai fini del lavoro sono le 11/0 centrali.
 
Per oggi vi ho detto tutto, vi do appuntamento a mercoledì prossimo… restate con me e nel frattempo realizzate i Fiori d’inverno!!!

 

Buona domenica e Happy beading!!!
Anna Rita

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *